Vivere2-Città di Minerbio

LETTERE DI OPPIO

venerdì 16 novembre

La macchina meravigliosa del teatro ci riporta indietro di due secoli e fuori dall’Italia. Siamo a Londra nel 1860, a causa delle dispute commerciali per l’oppio, l’Inghilterra è in guerra con la Cina da diciotto anni. Margaret Wellington interpretata da Tiziana Foschi, una nobildonna devota ai suoi abiti eleganti, attende con ansia il ritorno dal fronte del marito George. A farle compagnia è Thomas (Antonio Pisu), un giovane, cinico ma fidato maggiordomo, il cui compito è quello di rassicurare costantemente la donna, leggendo e interpretando, in maniera piuttosto eccentrica la corrispondenza del marito in guerra. Quello che la signora Wellington ignora è che il marito è deceduto, ma Thomas, per paura di perdere il lavoro, le legge delle finte lettere scritte da lui stesso e non sa come rivelare la verità alla donna di cui si è innamorato. Margaret, dal canto suo, non è così candida e ingenua come sembra e a questo punto i ruoli s’invertono… Una storia divertente e appassionante. Un testo delizioso per raccontare la solitudine e la paura di uscirne in modo originale.

IMG_3_lettere